À Rebours ,“Méliès”

Tag

, , ,

la libertà di immaginare il futuro.
In promozione il singolo d’esordio della band pugliese

Cover A Rebours

Tutti sognano di volar via verso la luna e allo stesso modo tutti sognano un amore come quello nei film.
La timidezza, la paura di fallire, il senso di inadeguatezza sono fattori che concorrono al fallimento, ma una cosa che non fallirà mai è proprio il sogno, l’idealizzazione.

Così tutti diventiamo dei visionari. Come Méliès immaginava un proiettile sulla luna, siamo sempre liberi di immaginare il futuro e le aspettative come le vogliamo noi…solo noi!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Gli À Rebours nascono nell’autunno 2018 dalle ceneri di altri progetti musicali.Per casi fortuiti, Angelo Fierro, Antonio Morgese, Salvatore Monaco e Antonio Caporale, formano la band con l’intenzione univoca di creare musica inedita, sfruttando le diversissime influenze che li caratterizzava.

Fra idee precise e occhio attento al panorama musicale italiano, si indirizzano sull’indie/alternative Rock, uscendo allo scoperto fra club e festival dando vita a una lunga serie di live.

All’inizio del 2020 si affidano alla Dcod Communication, importante agenzia di promozione e decidono di lanciare il loro primo singolo “Méliès”, con un videoclip firmato dal regista Davide Lupi.
Nell’attesa di riprendere l’attività dei live, stanno lavorando al loro primo album.

https://www.facebook.com/ARebours.music.italy/
https://instagram.com/arebours.music?igshid=9y4izcqnccfm

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

Angelo Villani, Fino in fondo

Tag

, ,

in promozione il singolo orecchiabile e coinvolgente del cantautore

Cover Fino in fondoIl passato è solitario, tanti pensieri e poche esperienze, quindi il tentativo è uscire dal guscio per vedere se c’è qualcosa o qualcuno in grado di scalfire le certezze pessimistiche in cui si rifugia il protagonista il quale è stanco dei timori e dei tormenti che cerca inutilmente di sconfiggere che faranno sempre parte di lui ma, l’obiettivo è riuscire a conviverci. Accettare il giudizio degli altri e di se stessi è il primo passo. La melodia del brano è coinvolgente ed orecchiabile perché tenta di vivere il dramma del protagonista che cerca con voce potente e decisa di dare un taglio alla propria pigrizia mentale e provare a cambiare

 

Angelo Villani nasce a Bologna da genitori pugliesi nel 1989. Da bambino ama il calcio coltivando il sogno di diventare un professionista ma la solitudine e il bisogno di esprimersi lo portano ad appassionarsi ad un mondo più interiore, quello della musica e in particolare del canto senza trascurare lo studio che lo porterà a conseguire la laurea magistrale in Italianistica e scienze linguistiche. Trascorre un lungo periodo esercitandosi a casa da autodidatta avvalendosi di cover prevalentemente pop. Ammira le doti interpretative di Ferro, l’estro di Mengoni e il controllo vocale di Baglioni e col tempo si avvicina anche al pianoforte per migliorare le sue conoscenze musicali apprendendone le basi tramite lezioni private fornite da un maestro che lo farà esibire in teatro con spettacoli a tema in cui partecipano cantanti e ballerini per ricordare musical e canzoni famose. Continua a lavorare sulla sua voce ma è sempre più forte il desiderio di mettersi in proprio cercando uno stile riconoscibile. Studia testi e melodie per poi costruire i primi inediti. L’intento è scrivere qualcosa di profondo senza però tralasciare l’orecchiabilità e quindi la possibilità di arrivare ad un pubblico il più vasto possibile. Questo vuol dire anche una maggiore apertura verso gli altri, seppur mantenendo una certa dose di riservatezza che lo conduce ad una vita privata e mondana ancora avara di emozioni. Ma è proprio questo che lo spinge a raccontare il malessere ma anche la speranza che lo hanno attraversato e che continueranno a farlo in virtù della sua indole molto riflessiva. Oggi ha un progetto discografico indipendente e nel frattempo lavora come ha sempre fatto anche ai tempi dell’università..

https://www.facebook.com/angelo.villani.108
Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

La maskerina, Riccardo Trovato

Tag

, ,

Il rimedio funk anti covid del cantautore siciliano 

Cover la maskerina

La maskerina è un brano fra serio e faceto, scritto di getto dal cantautore siciliano, Riccardo Trovato, durante il periodo di lockdown in Italia. Cosa c’è più importante della libertà? Probabilmente nulla. Abbandoniamo le diatribe su chi ha ragione e chi torto, tra fake news e complotti, spesso l’essenziale è sotto ai nostri occhi e non ce ne rendiamo conto. Quella normalità così tanto noiosa, dovrebbe essere rivista sotto un’ottica differente, così come la libertà, oggi data troppo spesso per scontata. Il brano è un frullato di messaggi positivi, racchiuso in un involucro di sonorità rock, funk e pop. Vede la collaborazione di Herry Found (ex Karbonica) alla batteria, mentre le restanti tracce sono state suonate dallo stesso cantautore, presso Apollo11 studio, struttura creata da Riccardo per la realizzazione delle proprie produzioni.

Riccardo Trovato è un cantautore siciliano, nato a Catania e cresciuto musicalmente, beneficiando del fermento culturale e artistico sviluppatosi tra gli anni 90 e i primi anni 2000.
Inizia il suo percorso musicale nel 2004, dando poi concretamente forma alle sue idee artistiche con i Karbonica, band con cui ha pubblicato due album e partecipato a svariate manifestazioni e festival musicali nazionali.
Il suo percorso solista è la vera novità, fortemente radicato in un sound figlio del rock più classico, ha deciso di rendere pubbliche le sue idee, senza filtri e ragionamenti pubblicitari, dichiarandosi in modo verginale parte di una scuola musicale nota agli addetti ai lavori e ai non. Il suo obiettivo principale è suonare ciò che più lo diverte e il suo primo step è rappresentato dalla pubblicazione del brano “La maskerina”, su tutte le piattaforme di streaming audio e video.

Pagina Facebook
https://www.facebook.com/RiccardoTrovatoOfficialPage/
Pagina Instagram
https://www.instagram.com/riccardotrovato_official/?hl=i
Canale Spotify
https://open.spotify.com/album/2zJuSe5i5oPtHAW6GInukg?si=3BSIpAEZQMaqt6gzkRvirA

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

Shirley, La tua stretta

Tag

, , ,

in promozione radiofonica il nuovo singolo della cantautrice

Copertina Shirley la tua stretta

Shirley Di Vincenzo nasce a Gattinara un piccolo paese in collina.
La musica la rapisce fin dalla più tenera età coinvolta  all’ascolto anche dal padre con i  dischi dei Queen, degli Scorpions, Toto e tanti altri.
Crescendo aumenta sempre di più la sua passione per la musica e come spesso accade, per proporsi, inizia a partecipare a piccoli concorsi canori.
Ma il paese di provincia è piccolo, ha poco spazio per le esigenze artistiche di Shirley e allora il pensiero alle grandi città come Milano e Torino diventa costante.

La compagnia dell’olmo mette a disposizione dell’artista un palcoscenico per esibirsi in spettacoli di musical e da il via ad un radicale cambiamento oltre che artistico anche di vita.
I The vox rock band  rappresentano un’altra esperienza della cantante, ma la voglia di emergere e di essere inequivocabilmente se stessa è tanta. Shirley ha bisogno di esprimersi e vuole essere leader di se stessa e delle sue aspettative artistiche.
L’incontro con il produttore musicale David Marchetti gli apre una ulteriore  porta per farsi conoscere e dare inizio ad una operazione discografica e mediatica con la canzone #nobully che l’artista definisce la sua bambina.

Un esperienza diretta con il bullismo e un inno a ribellarsi, ad essere sempre se stessi comunque, anche quando ti dicono di essere uno zero.
#nobully è una chiave per aprire il lucchetto che il bullo impone alla sua vittima. #nobully  e un grido per dire basta.
Attualmente in promozione con il nuovo singolo dal titolo “La tua stretta” scritta da Shirley con la collaborazione di Luigi Cerin  anche regista dell’interessante videoclip.

https://www.facebook.com/mammashy

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

Valentina Falcone, In fondo alla strategia

Tag

, ,

la strategia empatica che ognuno adotta per sopravvivere.
In promozione il singolo della cantautrice. 

Cover Falcone

In Fondo alla Strategia” è un brano acustico, che evoca forti emozioni come la fragilità, la presa di coscienza e l’energia di una rinnovata consapevolezza, è uno status dell’anima, un percorso, la strategia empatica che ognuno di noi adotta per sopravvivere.

Valentina Falcone, cantautrice Italiana, scrive da quando ha quattordici anni.
Da sempre alla ricerca di un’espressione che la renda singolare e totalmente personale, negli anni scopre nuove identità sonore che le permettono di sperimentare molto vacillando tra molteplici progetti discografici.
Premio Della Critica al Festival Dell’Alto Milanese, semifinalista all’Accademia Della Canzone Di San Remo, ha partecipato a molti concorsi canori, Rock Targato Italia (Radio Italia), Brand New Talent (MTV) Phenomenon Music Contest, Festival dei talenti etc…etc… Molti i consensi da parte di personaggi dello spettacolo ed Enti Artistici.
Riceve subito un bel riscontro, un passaggio televisivo su “U zone” (Mediaset italia2) in rotazione radiofonica nelle radio locali italiane del circuito “My Chance” e “Meet’in Radio” (Meeting Degli Indipendenti), secondo posto annuale sul web tv (Uno tv) e Commusik, Recensioni giornalistiche su Oca Nera, GengiSkunk,Almax, theRockBlog.net . Valentina Falcone è Premio Speciale al MEI di Faenza (2015).

Foto Valentina Falcone

Facebook Official : https://www.facebook.com/valentinafalconeofficial/
Youtube Official : http://www.youtube.com/c/VALENTINAFALCONE
Instagram Official :
https://www.instagram.com/valentinafalconeofficial/
Digital Store
: https://promotion.lnk.to/p5sDqOgM/

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

Giovanni Luca Valea, Osanna 


Tag

, ,

in radio il singolo del cantautore toscano 

Cover Osanna

Osanna è una canzone d’amore sin dai primi versi, con la voce di Angela De Luca che introduce una melodia semplice e parole precise, curate. Osanna nasce da un momento di dolore: una storia d’amore volge al termine e, sullo sfondo, un Maestro sta entrando in città. In origine, Osanna significava “Salvaci”: era l’invito rivolto a Gesù che entrava in città. Nella canzone, la preghiera è quella di un giovane uomo che vede la sua donna allontanarsi, prendere un’altra direzione. Le strade si dividono: il protagonista accoglie la luce che arriva, la donna si nega, rendendo più forti le distanze e le differenze tra i due.

L’uomo, dunque, è insieme rassegnato e orgoglioso. Ammette di avere un solo talento – chiaro il riferimento alla parabola – e confessa di vedere in quella luce un’occasione per rendere poesia le sue parole. Non dimentica le sue origini: l’aspetto da zingaro, la scaltrezza.

Nel procedere, la canzone svela la sua venatura erotica: “Un tempo sono stato / tra gli eletti / entravo fiero / in uno scrigno / come in un regno”, quasi a ricordare con voluttà la carne di cui ha potuto godere.

I versi successivi smarcano la canzone da ogni tipo di pregiudizio: “Dio non lo conosco / so questo canto / mentre rinasco”. Il giovane non cerca Dio, non è Lui il limite: rimpiange la donna, il suo corpo e si consola questo canto che lo potrà riportare alla vita.

La strofa conclusiva, tra le più significative delle canzone, è un filo sottile. Quale che sia la sorte della storia con la donna – la luce, la tenebra – l’uomo sa che esisterà comunque un altro amore, di natura forse diversa ma egualmente intenso, forte.

L’ultimo verso “Canto soltanto / per un po’ di calore” è forse la dichiarazione più plateale di una canzone ricca di simbolismi, allegorie. Il talento dell’uomo, la sua ricerca della poesia sono soltanto uno strumento  per arginare il rischio della solitudine, del dolore infinito della sconfitta.

Giovanni Luca Valea nasce a Firenze il 27 dicembre 1988. Professore di lettere, ha all’attivo due pubblicazioni: Canzoni di rabbia, poesie d’amore (Carmignani editrice, 2016) e Una storia che credevo di aver dimenticato (Porto Seguro, 2019). Vicino all’arte della canzone sin da giovanissimo, con una straordinaria passione per il cantautorato francese, Osanna è il suo singolo d’esordio.

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

Jack Benucci, Complete Unknown

Tag

, , ,

in radio il singolo del cantautore

Cover Benucci

Nella vita spesso si fanno scelte che portano ad una gloria, un successo. In quel momento ci si sente invincibili, niente e nessuno deve rovinare questo momento magico. Ma quando si spengono le luci della ribalta e svanisce l’ebbrezza della vita sotto i riflettori ci si può accorgere di aver perso qualcosa…. le persone che si amano ed anche un po’ se stessi.
Questa canzone racconta il sentimento a metà tra la frustrazione e il rimpianto che si prova a sentirsi degli sconosciuti in un mondo dove non ti riconosci più.

Jack Benucci è un cantante e cantautore italiano emergente.

In tenera età il piccolo Jack sviluppa una forte passione per la musica e influenzato dai Beatles inizia a scrivere canzoni all’età di 15 anni. Le circostanze della vita lo allontanano dalla sua passione e dal suo Paese. Si trasferisce nel Regno Unito dove vive e lavora per otto anni.
Durante questo periodo Jack, diventa molto attivo nello scrivere nuove canzoni in lingua inglese.
Alla fine del 2018, ritorna in Italia e l’anno successivo firma un contratto di coproduzione con la Ghiro-Records.

Il primo singolo di Jack Benucci, intitolato “Complete Unknown“, è stato pubblicato nel maggio 2020.

https://www.facebook.com/Jack-Benucci-111956313581874/

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

EEF – Early Ettringite Formation Just For Fun

Tag

, , ,

in radio su Spotify e in tutti i digital store

Cover EFF

Just For Fun è il nuovo singolo degli EEF, sestetto marchigiano formato da giovanissimi super-solisti capitanati dalla front woman Cecilia Rossini. Just For Fun, estratto dal loro debut album Horror Vacui, è un concentrato di energia e gusto per il funky, la fusion e il rock.  Ma attenzione, il pezzo “spinge” anche sull’airplay radiofonico con la voce di Cecilia che, in alcuni momenti, ci riporta alla migliore Lisa Stansfield. Gli EEF, che nel 2018, sono stati terzi assoluti (primi tra i gruppi) al Tour Music Fest presieduto da Mogol, hanno idee precise, stile e tecnica superlativa. Un gruppo proiettato nel mondo ma con un’anima italiana.

 EEF Early Ettringite Formation è un sestetto di giovani musicisti marchigiani. Il gruppo propone un progetto di musica inedita dalle sonorità originali, decisamente Rock ma con molteplici influenze, dal Jazz, Funk alla Fusion. Nella primavera del 2018 registrano la prima demo contenente tre brani originali al Nufabric Basement Studio Recording di Fermo e prendono parte al Tour Music Fest 2018 arrivando in finale a Roma e posizionandosi 3° in tutta Italia. Partecipano al Forum Jazz Live di Forlì con Dave Weckl e Mike Stern giungendo sino alla semifinale. Ad oggi, hanno completato la registrazione del loro primo disco “Horror Vacui” presso Astronave Recording Studio di Recanati. L’album esprime perfettamente il concetto del “terrore del vuoto” che da sempre si è presentato in diverse forme artistiche dalla pittura, alla scultura, all’architettura, che si avvale dell’atto del riempimento di un’intera superficie di un’opera con dei particolari finemente dettagliati. Così come nell’arte bizantina, gotica, barocca o quella di M.C Escher, anche il concetto di Rock può prendere forma attraverso un “esuberanza decorativa”.

Foto 2

Il nome EEF Early Ettringite Formation prende invece spunto dal mondo della chimica: l’ettringite primaria è un composto che si forma nella fase di presa del cemento ed è ciò che conferisce ad esso la compattezza e il tipico carattere lapideo. Il progetto nasce da questa spiegazione puramente scientifica, dove ne è stato colto il senso più filosofico: EEF Early Ettringite Formation è il connubio tra sei elementi di estrazioni differenti che, miscelati insieme, danno origine ad un composto solido come il cemento.

Gli EEF sono:
Cecilia Rossini -Voce
Umberto Ferretti -Chitarra
Mattia Leoni -Batteria
Giovanni Golaschi -Basso
Leonardo Rosselli -Sax
Matteo Paggi -Trombone

Link di riferimento
Facebook
https://www.facebook.com/EEFproject/
Instagram
https://www.instagram.com/eefproject_6/
Spotify
https://open.spotify.com/album/6tl96U59u0zPu32jf3VWG1?si=focS4YQTTW6AARLyhK5OCA

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

I Vendrame Postalmarket

Tag

, , ,

in radio e sui principali digital store il singolo che anticipa l’album d’esordio

Cover Postalmarket

Postalmarket é la trasposizione del brano d’amore, un amore da dedicare a se stessi.

Un intimo e allegorico viaggio nelle fantasie quotidiane di ognuno di noi, che riavvolge  i frame delle nostre giornate adolescenziali. Un nostalgico approccio alla masturbazione analogica, prima dell’avvento dell’era digitale, racchiusa nell’ iconografica lettura della mia dimenticata rivista per mamme Postalmarket.

Chi sono questi Vendrame?

Il progetto I Vendrame nasce a Pescara all’inizio del 2014, da un’idea di Riccardo Di Virgilio Mambella, Francesco Giammarino e Paolo Facondi. I Vendrame raccontano il quotidiano con ironia, giocando con storie e personaggi improbabili, spesso contraddittori, che si materializzano nei brani e nei concerti, messi in scena con grande attenzione all’impatto teatrale dello show. Grazie alle molteplici influenze che spaziano dal rock al samba, dal blues alla psichedelia e a tutto ciò che c’è nel mezzo, la musica dei Vendrame varia in qualsiasi emisfero musicale, sfociando in sonorità che toccano estremi talvolta inetichettabili, dietro un’apparente semplicità compositiva.

MalOrigine 

I Vendrame sono una “grande rappresentazione di Malcomplesso”. Sono tutto ciò che rappresenta un presunto talento mai espresso, mai valorizzato o, al contrario, sopravvalutato. Sono i finti portavoce di una sindrome sociale incline a “tarpare le ali” al prossimo e ad idolatrare pupazzi, una sindrome che diventa, appunto, malcomplesso.

I Vendrame: il nome stesso è un tributo a Ezio Vendrame, calciatore degli anni ‘70, vero talento inespresso. Un poeta del pallone e delle parole, Ezio, il George Best italiano. Genio e sregolatezza, ricco di poesia e contenuti mai emersi in un mondo malato di occasioni perse; caro amico di altri grandi talenti incompresi tra cui Piero Ciampi, cantautore toscano scomparso e finito nel dimenticatoio.

La nascita dei Vedrame (o il loro sbarco sulla Terra) è sancita dalla pubblicazione del loro primo EP sul sito http://www.ivendrame.com nella notte di Natale del 2014. Il lancio è stato supportato da una campagna teaser di un mese. In contemporanea alla nascita la band rilascia vari contenuti promo tra cui il video “Live at Cappelle (sul Tavo)”, un lungometraggio che comprende 6 brani suonati dal vivo in una location degradante e incontaminata, con cambi d’abito e “strane presenze” che compaiono in un backstage-onstage che non risparmia nessun addetto ai lavori. Un gioco di concetti che cita ironicamente il famoso “Live at Pompei” dei Pink Floyd, monumento della storia della musica non ancora vittima… di malcomplessi.

Vendrame foto

www.ivendrame.com
https://www.facebook.com/malcomplesso…
https://www.instagram.com/i_vendrame

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it

Aneurisma “Never Say”

Tag

, , ,

in radio e sulle piattaforme digitali il singolo d’esordio dell’alternative rock band 

Copertina Never Say

La canzone è stata scritta dopo un’esperienza sentimentale negativa in cui le tue emozioni vengono fatte a pezzi, ma nonostante tutto trovi la forza di rialzarti. Infatti il tema principale è la rinascita. È la voglia di buttarsi il passato alle spalle e di mettersi nuovamente in gioco… perché la vita è meravigliosamente imprevedibile e tutto deve essere ancora scritto. Siamo noi a decidere del nostro destino!

Gli Aneurisma sono una band Grunge/Alternative-Rock pescarese formatasi nel 2011 dall’incontro tra Antonio Orlando (voce e chitarra) e Luca Degl’Innocenti (basso e cori).

Foto 3

La band raggiunge la sua formazione completa con l’arrivo del batterista Ettore Saluci, consolidando un sound duro, aggressivo e psichedelico che contraddistingue le loro composizioni.
In seguito alla pubblicazione del loro primo omonimo Ep, calcano i palchi di numerosi festival e club italiani, ricevendo recensioni e accoglienze positive.

Nel 2016 sono ospiti di una edizione del “Bussi Rock Festival”, dove condividono il palco con gli IWolf, reduci dal successo del talent show The Voice of Italy.

Nell’Aprile del 2017 partecipano al premio nazione “Brano Inedito” suonando nello storico locale romano la “Locanda Blues”, evento seguito on line da oltre 30.000 spettatori.

Nel 2018 la band entra a far parte nell’associazione musicale nazionale #nonsiamosoli e viene selezionata la loro canzone “Insanity” per il primo volume di una compilation, in uscita nazionale discografica, rappresentativa dei gruppi emergenti della realtà musicale italiana.
Nello stesso anno il gruppo si esibisce nell’anfiteatro del porto turistico di Pescara, in una tappa dell’Indipendente Festival”, condividendo il palco con alcuni dei maggiori gruppi della scena musicale nazionale, riscuotendo un notevole consenso da parte di pubblico e critica.

Nel 2019 la band si ferma per un breve periodo dall’attività live per dedicarsi alla registrazione in studio dell’album d’esordio in uscita prevista per Settembre/Ottobre 2020.
Nel frattempo a lavoro per il lancio ufficiale nazionale del primo singolo con rispettivo videoclip.

https://www.facebook.com/aneurismarockband/
https://www.instagram.com/aneurisma.rock.band/

Press, radio, Tv Agency
DCOD Communication By GB Play
promoradio@dcodcommunication.it
promostampa@dcodcommunication.it